<

Sede legale: Via Caboni n°3 - 09125 Cagliari Tel. 070/669039 - 669083
Uffici Amministrativi: Via Caboni n°3 - 09125 Cagliari Tel. 070/669039-669083 - Fax 070/669102 - email: amministrazione@anffassardegna.it




 

 


I dati relativi alle richieste di presa in cario delle persone presso i nostri servizi confermano la tendenza, già evidenziata a livello nazionale, di un significativo aumento delle diagnosi di Disturbo dello Spettro Autistico tanto da costituire, per la nostra realtà territoriale, un'area di bisogno sanitario e sociale rilevante.
Partendo questa analisi di bisogni l' Anffas Cagliari, quale associazione che tutela i diritti di tutte le persone con disabilità intellettiva e/o relazionale, ha da tempo avviato un percorso di differenziazione dei propri servizi prestando particolare attenzione all'offerta qualificata e specializzata di interventi di accoglienza e riabilitazione rivolti a questa fascia di popolazione.
L'autismo è una condizione caratterizzata da "deficit della comunicazione sociale" e da "comportamenti ripetitivi". Entrambi gli aspetti incidono pesantemente sulla quotidianità, sull'autonomia personale e sulla vita di relazione degli interessati, limitando la capacità di comunicare idee e sentimenti e l'attitudine a stabilire relazioni con gli altri.
Nella consapevolezza che dall'autismo non si guarisce e che per questo deve essere affrontato in un'ottica di ciclo di vita, l'Anffas Cagliari ha attivato due servizi socioriabilitativo destinati a bambini e a giovani adulti con Disturbo dello Spettro Autistico. Lo scopo è quello di offrire loro il raggiungimento di una buona qualità di vita e l'inclusione nella società.
Seguendo i dettati delle Linea Guida 21 dell'Istituto Superiore di Sanità su "Il trattamento dei disturbi dello spettro autistico nei bambini e negli adolescenti" (ottobre 2011, prossimo aggiornamento previsto per Ottobre 2015)" si sottolinea che in entrambi i servizi non viene scelta un'unica metodologia dichiarata "valida". Se pur con una prevalenza di interventi di tipo cognitivo- comportamentali l'equipe effettua una valutazione personalizzata in termini di efficacia e di utilità secondo un approccio definito "multimodale".

"PROGETTO DI PRESA IN CARICO GLOBALE A FAVORE DI
GIOVANI CON SPETTRO AUTISTICO"



FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO:



il servizio è operativo dal lunedì al sabato dalle ore 8.30 alle ore 14.30 presso la sede del centro ANFFAS di Cagliari viale Colombo 25 e presso la sede di Iglesias in via Segni.

A CHI SI RIVOLGE:



si rivolge a giovani di età compresa tra i 16 e i 30. Sono inoltre da considerarsi destinatari indiretti del progetto, le famiglie che verranno accompagnate e sostenute nella gestione dei comportamenti problema e nella generalizzazione degli apprendimenti.

TIPOLOGIA DELLE ATTIVITA' RIABILITATIVE



L' intervento terapeutico ed educativo è mutuato in maniera prevalente ma non esclusiva dal modello cognitivo comportamentale ed è finalizzato al raggiungimento della massima autonomia possibile per ogni giovane attraverso interventi individuali e in piccolo gruppo.
Il servizio prevede le seguenti attività riabilittative:

  • attività finalizzate allo sviluppo delle autonomie personali: insegnamento di competenze relative all'igiene e alla cura della persona e all'assunzione del pasto

  • interventi individuali finalizzati allo sviluppo di abilità cognitive, comunicative-relazionali e sociali atte a favorire l'acquisizione di una competenza sociale e la riduzione dei comportamenti-problema.

  • terapia occupazionale di gruppo: l'intervento educativo verrà svolto prevalentemente attraverso la metodologia del lavoro in piccolo gruppo ( massimo 4/5 persone) finalizzato a favorire l'apprendimento di abilità comunicative relazionali

  • attività di psico-motricità in trattamento individuale con il Terapista della riabilitazione

  • attività mirate all'acquisizione e al potenziamento delle capacità comportamentali, cognitive ed affettivo relazionali anche attraverso interventi individuali con la psicologa

  • attività di socializzazione interne ed esterne al centro attraverso uscite mirate nel territorio per la verifica e la generalizzazione delle competenze e abilità acquisite

  • attività di autonomia domestica intesa come insieme di piccole attività di cura e riordino degli spazi di vita.

  • attività di sostegno alle famiglie

SERVIZIO SPERIMENTALE PER I DISTURBI DELLO SPETTRO AUTISTICO
IN ETA' EVOLUTIVA"



FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO:



Il servizio è operativo dal lunedì al venerdì dalle 15,00 alle 18,00 presso il centro Anffas di Iglesias via Segni

A CHI SI RIVOLGE:



si rivolge a 8 bambini con disturbo dello spettro autistico in carico presso il servizio di Neuropsichiatria Infantile della Asl 7 di età compresa tra i 3 e i 10 anni. Sono inoltre da considerarsi destinatari indiretti del servizio le famiglie che verranno accompagnate e sostenute nella crescita del loro bambino nonché i servizi del territorio attraverso incontri specifici di formazione/ informazione sulle problematiche legate all'autismo.

TIPOLOGIA DELLE ATTIVITA' RIABILITATIVE



Il trattamento erogato, sulla base di un progetto abilitativo individualizzato prevede interventi di logopedia, psicomotricità, terapia cognitivo-comportamentale, play training con sedute individuali di circa 50 min e interventi in piccolo gruppo per un totale di 3 ore a trattamento per due o tre giorni settimanali. Le attività vengono suddivise sulla base di tre aree di intervento:

1. Aree di intervento e azioni rivolte ai bambini
Gli interventi riabilitativi precoci, intensivi e curriculari riguardano le aree del Linguaggio, Comunicazione, Sviluppo cognitivo, Motricità fine e globale, Scambio relazionale e gioco, Espressione e decodifica di bisogni ed emozioni, Abilità sociali , Autonomie. Vengono attuati attraverso programmi strutturati con definizione di chiari obiettivi e un monitoraggio sistematico del percorso terapeutico.

2. Aree di intervento e azioni rivolte alla famiglia
La famiglia è parte integrante e fondamentale dell'intervento. Viene garantito il suo sostegno attraverso:

  • attività di sostegno psicosociale con la coppia genitoriale e la famiglia ( fratelli e sorelle),

  • incontri di parent training

  • incontri di mutuo-aiuto atti ad affrontare con il gruppo delle famiglie argomenti legati alle difficoltà connesse all'autismo

  • incontri periodici con l'equipe multidisciplinare del centro e con le equipe dei servizi (scuole, Comuni.) per la definizione del progetto globale individualizzato

3. Aree di intervento e azioni rivolte agli altri contesti significativi
Nell'ottica del lavoro di rete l'equipe del servizio costituisce e mantiene un collegamento costante con gli altri servizi del territorio. Particolare attenzione è offerta al percorso di inclusione sociale e scolastica con la partecipazione alla stesura del progetto educativo individualizzato e programmi di accompagnamento per l'inserimento in attività socializzanti e ludico-ricreative e sportive.